Mobilità Docenti 2016/2017 si parte

Finalmente da lunedì si partirà con la presentazione delle domande di mobilità per i docenti.

Si inizia con la fase A, in seguito, precisamente nel mese di maggio, potranno presentare domanda anche i docenti che vogliono partecipare alla fase B, C e D.

Chi può partecipare alla presentazione della fase A?

Potranno presentare istanza on line per la fase A della mobilità:

1) docenti entrati in ruolo entro l’anno scolastico 2014/2015, compresi i docenti in soprannumero, in esubero e che mantenuto il diritto al rientro entro l’ottennio, che volessero trasferirsi da una scuola ad un’altra della stessa provincia. Prima si effettueranno, nel limite degli ambiti della provincia, i trasferimenti all’interno dello stesso comune di titolarità e successivamente tra scuole di comuni diversi della stessa provincia.

2)In questa fase della mobilità parteciperanno anche i docenti Dos che non hanno chiesto la conferma nell’attuale scuola di utilizzazione,

3)i neoassunti (2015/2016) in fase 0 e A del piano straordinario di assunzioni, per avere assegnata, all’interno della provincia in cui sono entrati in ruolo, la scuola definitiva di titolarità.

Quando è possibile presentare la domanda per la fase A della mobilità?

La domanda si presenterà tramite istanze on line del Miur a partire dal 11 aprile 2016 con scadenza il 23 aprile 2016

Mentre le altre fasi della mobilità ( B,C, D) dal 9 maggio al 30 maggio.

Cosa rischia chi non ottiene il trasferimento durante la fase A della mobilità?

Bisogna sapere che in fase A della mobilità ci si trasferisce da scuola a scuola e non si rischia di finire in ambito territoriale.

Chi non viene soddisfatto nella richiesta della mobilità ( in fase A), resterà titolare nella sua attuale scuola.

Quante scuole è possibile richiedere per i docenti che si trasferiscono in fase A della mobilità?

Per i docenti che si trasferiscono nella fase A della mobilità verso le scuole dell’infanzia e della primaria, si possono esprimere fino ad un massimo di 20 preferenze, tra scuole, comuni, distretti, ambiti e la stessa provincia.

Per i docenti che si trasferiscono nella fase A della mobilità verso la scuola secondaria di primo o secondo grado, si possono esprimere fino ad un massimo di 15 preferenze, tra scuole, comuni, distretti, ambiti e la stessa provincia.

Nella fase A della mobilità si può chiedere oltre al trasferimento anche la mobilità professionale (passaggi di ruolo e di cattedra)?

La risposta è affermativa.

Oltre alla domanda di trasferimento è possibile anche chiedere il passaggio di ruolo verso un solo ordine o grado di scuola. In tal caso, in caso di soddisfazione di entrambe le richieste, il passaggio di ruolo richiesto prevale sul trasferimento.

Si può anche chiedere simultaneamente il trasferimento e il passaggio di cattedra anche su più classi di concorso.

In tal caso il docente richiedente può optare a quale delle due operazione dare precedenza e, in caso di più classi di concorso richieste per il passaggio di cattedra, esprime l’ordine di preferenza delle stesse classi di concorso.

Altre tipologie di mobilità possono essere richieste anche contestualmente.

Per i docenti delle scuole ed istituti di istruzione secondaria che intendono chiedere contemporaneamente trasferimento e passaggio di cattedra nella fase A della mobilità, devono precisare, nell’apposita sezione del modulo-domanda di passaggio di cattedra, a quale movimento (trasferimento o passaggio di cattedra) intendono dare precedenza e, in caso di più domande di passaggio di cattedra, con quale ordine intendono che esse siano trattate. In mancanza di indicazioni chiare e precise, viene data precedenza al trasferimento e, nel caso di più domande di passaggio di cattedra, si segue l’ordine di elencazione delle classi di concorso

Se si partecipa alla fase A della mobilità, si pregiudica la partecipazione alla fase B della stessa mobilità?

No.

Chi chiede la mobilità in fase A, può chiedere, in un secondo tempo, anche il trasferimento interprovinciale.

Questa opportunità è preclusa a chi è soggetto al vincolo triennale di permanenza nella provincia di titolarità.

Organizzazione UIL SCUOLA COMO: mobilità

Per ottimizzare i tempi già molto stretti per la compilazione della domanda di mobilità per compilare la domanda per tutte le sedi bisogna prendere appuntamento telefonando allo 031.273295 Sig.ra Rossella

Inoltre per ottimizzare i tempi di compilazione della domanda,visto che si avranno solo 13 giorni a disposizione, si inviano in allegato alla presente mail alcuni degli allegati,che se precompilati dai docenti aiuteranno l nostri collaboratori a definire la domanda in un tempo contenuto.

E nello specifico:

ALLEGATO D ( Scuola Infanzia) destinato ai docenti di Scuola dell’Infanzia,

ALLEGATO D (Scuola Primaria) destinato ai docenti di Scuola Primaria,

ALLEGATO D ( Scuola Secondaria) destinato ai docenti di Scuola Secondaria di I e II grado.

In questi allegati abiamo messo dei brevi suggerimenti:

* dove inserire servizio di ruolo;

* dove inserire il servizio pre-ruolo;
* dove inserire il servizio pre-ruolo su sostegno.
Dichiarazione personale cumulativa
docenti (autocertificazione)
Rimaniamo a disposizione per chiarimenti e informazioni.

Buona serata.